Campionato Regionale Assoluto di Cross Roccelletta di Borgia - Hobby Marathon Catanzaro

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio News > 2014

Domenica 26/01/2014 Roccelletta di Borgia (CZ) - Con i mesi freddi si entra nel vivo della stagione della corse campestri,gare di gran fascino,epiche,che regalano sensazioni inedite al corridore su strada e si rivelano di grande utilità per la sua preparazione invernale. La prima gara ad aprire i battenti della stagione 2014-’15 dell’atletica calabrese è il cross regionale ,svoltosi nella suggestiva location del Parco archeologico Scolacium sito in loc. Roccelletta di Borgia (Cz).
Ahinoi, il fascino,di cui si accennava nelle prime righe, è venuto meno a causa di una deficitaria organizzazione che ha lasciato l’amaro in bocca alla maggior parte degli atleti presenti. Non si ravvede,infatti,  il motivo di radunare gli atleti per una kermesse di tale importanza alle ore 09:30 e scaglionarli poi in una serie infinita di batterie, composte da gruppi esigui di atleti (9 nel caso delle donne),e che senza dispendio di energie,la giuria avrebbe potuto gestire, accorpandoli ad altre batterie, riducendo così i tempi d’attesa snervanti che hanno fatto scemare l’adrenalina, oltre ad ingenerare un inevitabile calo fisiologico degli atleti (60 per l’ultima e più importante batteria), non abituati,inoltre, a gareggiare all’ora di pranzo.
Senza tralasciare lo squallore indicibile per una premiazione avvenuta nel deserto, una vera macchia indelebile che deve far meditare per l’inadeguatezza chi si è reso protagonista di tale scempio e lasciar spazio a chi l’atletica la porta nel cuore, proponendo  valide idee e competenze tecniche e logistiche,lontane anni luce dalla becera improvvisazione.
Che non ci fossero i presupposti per far bene lo si percepiva dal numero degli atleti iscritti, intollerabile considerato che trattasi di camp.regionale. A ragion veduta parecchie società delle altre province calabresi hanno disertato l’appuntamento a causa degli orari di gara inusuali  che avrebbero fatto sacrificare una domenica con le rispettive famiglie, (sfugge agli occhi degli organizzatori che gli atleti amatoriali "combattono" spesso per difendere questa passione e non possono mettere a repentaglio gli affetti per la negligenza altrui nell’impostare queste gare). Questi i numeri impietosi: 60 gli atleti iscritti alla prova master maschile, soltanto 40 quelli ai nastri di partenza, 9 i ritiri durante la gara, dati che si commentano da soli.
Venendo  alla cronaca della gara, il tracciato reso pesante dalla pioggia copiosa caduta nelle ore precedenti,  è caratterizzato da fango,pericolose fosse ,forti raffiche di vento ed ostacoli  di varia natura.almeno in parte il clima ha concesso tregua facendo splendere il sole per l’intera mattinata. L’altimetria impervia ha messo a dura prova gli atleti,specie chi si è cimentato nella 10km ed ha dovuto ripetere per ben 9 volte il percorso (promesse e master maschili), le master femminili hanno dovuto coprire una distanza non meno proibitiva di 8km.  La gara oltre ad essere valevole per il campionato regionale individuale cross cat. Allievi,juniores,promesse e seniores, è valsa quale prima prova del campionato regionale cross di società cat.esordienti-ragazzi-cadetti, master  femminile e maschile, e si integrerà alla tappa successiva di Jonadi,ove le varie società saranno chiamate a difendere i vantaggi acquisiti in terra catanzarese. La classifica generale  sui 10km vede un dirompente Adriano Mirarchi (Hmc) chiudere in37’48",sul II gradino del podio Leonardo Selvaggi (promessa classe ’94 Fiamma.Cz) con un eccellente38’14", terzo Balduino Scarfone (Conoscere Jonadi). Da segnalare anche la promessa Davide Pirrone (classe ’92 - Hmc) in continua ascesa con il suo quarto posto in 39’40". In virtù dei migliori 3 piazzamenti per società questa la classifica master maschile :  Hobby Marathon 11 punti, K42 Cs 26 pt, S.S.Fiamma Atletica Cz 36 pt,Violetta Club 65 pt. Passando alla cat. master  femminile:  Hobby Marathon prima con 9 punti e Nella Zofrea assoluta protagonista, a seguire Stefania Lavecchia seconda e Chiara Raffaele terza. Nel panorama giovanile autorevoli prove di società da parte della Fiamma Atl.Cz,tripletta in allieve femminili 4km (Bruna Leonetti,Jessica Maiolo,Silvia Carputi),Luca Ursano II class. Cat cadetti 2.5km in 10’40", Roberta Leonetti (terza cat.cadette 2km),Paolo Gaudioso (II class allievi,5km),nella cat. allieve femm. Rita Caliò conquista il titolo regionale cross. Ad animare l’inizio della giornata sono stati i tanti mini atleti che muovono i primi passi nell’atletica, un vero spasso vederli in azione.  L’auspicio è di vederli ai nastri di partenza sempre più numerosi. Appuntamento dunque al prossimo cross di Jonadi  gg 02 febbraio, e siamo certi chi sarà chiamato in causa saprà tenere in considerazione le lacune altrui poste all’attenzione non perché si voglia fare sterile polemica, ma al fine di rendere un servizio efficiente. In fondo non è difficile,basta volerlo.
Ufficio stampa Hobby Marathon Catanzaro

 
Torna ai contenuti | Torna al menu